«Segnali che lanciano sogni. Segnali che diventano segni». II edizione di CastellinAria – festival di teatro pop

Affacciato sulla Valle di Comino, nella parte più alta della cittadina di Alvito (FR), c’è Castello Cantelmo, una fortezza medievale che dal 3 al 10 agosto prenderà vita per accogliere tutti nelle sue mura. Sembra l’inizio di una favola e in un certo senso lo è, con protagonisti un gruppo di indiani che manderà segnali di fumo per chiamare tutti a raccolta. 

Segnali di fumo, una delle più antiche forme di comunicazione a distanza, è appunto il motto della II edizione di CastellinAria – festival di teatro pop, voluto, ideato e realizzato da Livia AntonelliChiara AquaroNiccolò Matcovich della Compagnia Habitas.

Il festival, finalista al Premio TOC (Teatro di Origine Certificata), ha ampliato il programma dello scorso anno per creare nuove possibilità di dialogo tra le realtà della zona e tutte le iniziative coinvolte, con le sue caratteristiche e tradizioni. Col patrocinio del Comune di Alvito, della Provincia di Frosinone e dell’ATCL Lazio, la direzione artistica propone spettacoli, laboratori, concerti, ‘aperinaria’, attività extra, gite a cavallo e camminate lungo antichi sentieri medievali, in collaborazione con le associazioni attive sul territorio. Anche per questa edizione sono previsti due progetti laboratoriali, con esito finale nell’ultima giornata: Bruta – Passeggiate in mondi inconoscibili, diretto dalla Compagnia Dynamis di Roma, e Intrecciare sguardi – Fra osservazione e attenzione, racconto e visione sotto la guida dell’autrice, dramaturg e docente di drammaturgia Renata M. Molinari

Ad aprire il festival il dissacrate reading La più meglio gioventù di Francesco Montanari Alessandro Bardani (3 agosto), seguito dal “depressivo divertissement” della Compagnia Barletti/Waas, con Tristezza & Malinconia o il più solo solissimo George di tutti i tempi (4 agosto), ospite internazionale grazie alla collaborazione con PAV Fabulamundi – Playwriting Europe. Il 5 agosto andrà in scena Viziami, un canto d’amore (5 agosto), primo debutto previsto per quest’anno, scritto e diretto da Ivano Capocciama, che precede due spettacoli al femminile al centro della programmazione (6 e 7 agosto): Pezzi della compagnia Rueda Teatro Signorina, lei è un maschio o una femmina? di Gloria Giacopini Giulietta Vacis. Secondo debutto con Trilogia – tre atti di vita di Evoè Teatro (8 agosto) mentre per la penultima giornata la compagnia Lidelab, finalista della Biennale College Teatro – Registi Under 30 (2018-2019), presenterà Le mille e una notte – IV ora. E infine l’amore chiude la programmazione degli spettacoli con Un po’ di più di Zoé Bernabéu Lorenzo Covello (10 agosto). Questo è solo l’elenco degli spettacoli serali, tutti a offerta libera. Per le altre iniziative in programma, dalla mattina alla sera, rimandiamo al programma completo del festival.

Le Nottole CastellinAria hanno più o meno la stessa età, due coetanei con la voglia di volare, di sollevarsi in aria come dei segnali di fumo. Ma perché volare? Se lo chiedeva anche lo scrittore americano Richard Bach: «Semplice. Non sono felice a meno che non ci sia un po’ di spazio fra me e la terra». 

Il 3 agosto ‘voleremo’ al Castello di Alvito per rispondere ai segnali di fumo, ad approfondire gli intenti del Manifesto poetico di CastellinAria che segue: 

«Vogliamo tornare alla semplicità e all’efficacia delle origini

per farci attraversare dalla contemporaneità.

Come un falò che si espande, 

vogliamo partire dal Castello di Alvito, 

centro propulsore e anima pulsante del nostro Festival, 

per accendere fuochi amici, scintille di Teatro in luoghi lontani.

Il fumo come segnale vivo 

della meravigliosa caratteristica del Teatro e del Festival: 

l’evanescenza.

Un’evanescenza, però, che lancia segnali “in Aria”.

Segnali che lanciano sogni.

Segnali che diventano segni».

STAFF 2019

Direzione artistica: Compagnia Habitas, Livia Antonelli, Chiara Aquaro, Niccolò Matcovich

Direzione organizzativa: Anna Ida Cortese

Assistente organizzazione: Francesco Rina

Direzione tecnica: Antonio Guadalupi

Ufficio stampa: Renata Savo

Social media manager: Fabrizio Galassi e Marta Scandorza

Illustrazione: Virginia Taroni

Grafica: Francesco Clemente

Allestimento: Damiano Olivieri

Video e promozione sul territorio: La Perla, Giacomo De Angelis e Gianmarco Testani

Informazioni utili

Dove: CastelloCantelmo di Alvito, Via Valle Romana, Alvito (Fr)

Come arrivare:

Treno Roma-Napoli, fermata Cassino (1h e 38 min.)

Autobus CO.TRA.L. per Alvito (50 min.)

Autostrada da Roma A1 (Milano-Napoli) uscita Ferentino. S.S. “dei                                                 Monti Lepini” direzione Sora – Cassino, bivio per Alvito (1h e 36 min.)

Quando: dal 3 al 10 agosto 2019

Ingresso: offerta libera

Contatti:

Facebook CastellinAria – Festival di Teatro Pop

Facebook Compagnia Habitas

Instagram CastellinAria – FestivalTeatroPop

Info T. +39 3899907228 ; +39 3283724237

castellinariapop@gmail.com

www.compagniahabitas.it/castellinaria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.