Un teatro di composizione ed esperienza: incontro con Alessandro Serra

Ospite del terzo incontro del ciclo “L’attore tra teatro, cinema e new media”, promosso dal progetto Per un teatro necessario, a cura del SARAS (Dipartimento di Storia Antropologia Religioni Arte Spettacolo) de l’Università La Sapienza, è Alessandro Serra, premio Ubu 2017 con il suo ormai celebre Macbettu. Il regista torna tra i banchi dove si è diplomato in Arti e scienze dello spettacolo, per raccontarci il suo teatro in cui si incontrano forma, composizione rigorosa dell’immagine ed esperienza corporea dell’attore.

La fiducia che ci dà vita

Appena una settimana fa, il festival Unconventional Date non si è fermato a causa dell’emergenza sanitaria, continuando a svolgere attività teatrale grazie alla performance itinerante di Tony Allotta, Come cani senza padrone. Sulle strade di “Accattone”. Oggi, che non possiamo passeggiare, in questo tempo sospeso della crisi, possiamo rileggere Pier Paolo Pasolini e i suoi versi, pieni d’angoscia e di passione, di un’umanità ferita ma capace di trasformazione per coltivare una possibilità di rinnovamento, trascendendo le piccole preoccupazioni personali quotidiane e ritrovando senso e valore nel rapporto con l’altro.

Aspide. Gomorra in Veneto. Come non cedere alla paura

Archipelagos Teatro porta in scena al Teatro Portaportese di Roma Aspide. Gomorra in Veneto. Narrando i fatti realmente accaduti dell’«operazione Serpe», la compagnia affronta il tema troppo poco discusso della presenza della mafia nel nord Italia, ricordando l’importanza della parola, della denuncia, della presa di posizione e della solidarietà, e soprattutto, in questo, del ruolo del teatro, fondamentale più che mai in questi tempi di crisi.

Un viaggio nella mente dello scenografo. Intervista a Francesco Calcagnini

Francesco Calcagnini, scenografo, costumista e illustratore, è conosciuto in Italia e all’estero per il suo notevole lavoro. Ha collaborato, tra gli altri, con Luca Ronconi, Federico Tiezzi, Carlo Cecchi, Gabriele Vacis, Guy Montavon e Davide Livermore. Se le sue creazioni prevedono «un viaggio nella mente del regista», intervistandolo abbiamo tentato di intraprendere un viaggio nella mente dello scenografo per approfondire i punti di partenza e di arrivo della sua arte.

Homolù Dance. Franco Cenci in mostra a La Sapienza

Il Museo Laboratorio di Arte Contemporanea dell’Università La Sapienza ospita Homolù Dance (28 novembre 2019 – 15 gennaio 2020). La mostra antologica dedicata all’artista romano Franco Cenci, a cura di Julie Pezzali e Antonella Sbrilli, è occasione per osservare l’arte e la vita attraverso la lente del gioco, immergendo i visitatori in una dimensione ludica e favolosa, ironica e poetica, ma anche ricca di riflessioni.

Assediare la soglia. Incontro con Carrozzerie | n.o.t.

Tra le varie esperienze di realtà teatrali alternative fiorite negli ultimi anni, Carrozzerie | n.o.t, fondata nel 2013 da Francesco Montagna e Maura Teofili, rappresenta un’eccellenza, nonché uno stimolo, anche per noi Nottole che li abbiamo incontrati, di immaginare nuove strategie e modalità di rapporto tra artisti, operatori e spettatori.

Abitare la piazza

Attraversamenti multipli è «un’opera d’arte polimorfa». Così Alessandra Ferraro, che insieme a Pako Graziani forma la compagnia Margine Operativo, definisce il festival che hanno creato insieme.