Scrivere la danza: necessità e resistenza negli Itinerari di confine

Coltivando proprio quei territori di confine che l’arte abbatte e di cui TenDance si fa portavoce, la programmazione di quest’anno a opera di Danila Blasi e Ricky Bonavita ha proposto per la giornata del 18 ottobre 2020 le opere coreografiche e le installazioni di Paola Bianchi, di Fabrizio Favale/Le Supplici, della compagnia Ivona di Pablo Girolami, di Giuseppe Muscarello e del collettivo Dehors/Audela negli spazi del Museo Contemporaneo Madxi di Latina.

Il giardino dei ciliegi torna a fiorire con Alessandro Serra

Dopo il debutto alla Biennale di Venezia, Il giardino dei Ciliegi arriva, coprodotto, alla Triennale Milano Teatro e Alessandro Serra riannoda i fili della tradizione, nel nome di un mestiere che sperimenta sul campo le possibilità di rinnovamento dei classici, per un pubblico abituato ad un po’ di sorpresa in più, ma forte di un’estetica inconfondibile

I Tradimenti al presente di Harold Pinter e Michele Sinisi

Michele Sinisi prosegue la sperimentazione sui classici con Tradimenti di Harold Pinter, andato in scena al Teatro Fontana di Milano. Una rilettura incarnata in simbologie concrete che restituiscono un’intenzione di fondo, che si serve della scena per attualizzare il testo e aprire una riflessione implicita sul ruolo del regista, sulla possibilità di tradire senza distruggere.

CastellinAria – Festival di teatro pop: la selezione under 33

La sesta e settima giornata CastellinAria – Festival di teatro pop hanno ospitato due dei tre spettacoli (Pezzi di Rueda Teatro, Trilogia – Tre atti di vita di Evoè!Teatro, Le mille e una notte – IV ora di LideLab) selezionati tramite bando dalla direzione artistica del festival, a cura della Compagnia Habitas. Entrambe le produzioni saranno valutate dalla giuria VisitAlvito che premierà il miglior spettacolo under 33.

CastellinAria – Festival di teatro pop: Ceci n’est pas une pipe

La quinta giornata di CastellinAria – Festival di teatro pop, prosegue con lo SpettacoloInAria al Castello Cantelmo di Alvito. In seguito alla mancata rappresentazione dello spettacolo in programma Signorina, lei è un maschio o una femmina? di Giacopini/Vacis, saranno in scena artisti e operatori teatrali del festival, impegnati nella realizzazione di uno spettacolo in cui confluiscono, integrandosi, le diverse competenze artistiche.

CastellinAria – Festival di teatro pop: prove di drammaturgia e performance

CastellinAria ha ospitato il laboratorio Intrecciare sguardi – Fra osservazione e attenzione, racconto e visione a cura di Renata M. Molinari, scrittrice, dramaturg, docente di drammaturgia, pioniere in Italia della figura del dramaturg e della sua teorizzazione, assieme a Claudio Meldolesi. Durante la dimostrazione di lavoro sono emersi alcuni degli esercizi teatrali e drammaturgici che Renata M. Molinaririprese da Thierry Salmon, che a sua volta li ereditò da performer che lavorarono con Jerzy Grotowski.